Medicina Legale

Medicina Legale

L’assistenza di un medico legale competente nei casi di controversie per ottenere un risarcimento è fondamentale. La Medicina del Lavoro è quella branca della medicina che si occupa della prevenzione, diagnosi e della cura delle malattie/infortuni causati dalla attività lavorativa. Il Medico specialista in Medicina del Lavoro ha quindi una particolare esperienza nell’identificare le cause e i sintomi dall’esposizione lavorativa ad agenti chimici, agenti fisici, agenti biologici, fattori di rischio psico associati.

Chi risponde di eventuali infortuni o malattie professionali? In caso di infortunio sul lavoro e malattia professionale l’INAIL risarcisce solo in parte il danno patito; il datore di lavoro dovrà risarcire al lavoratore o ai suoi famigliari il cosiddetto “danno differenziale” (danno biologico, danno morale, danno esistenziale, danno patrimoniale), qualora vi sia stata la violazione della normativa in materia di prevenzione e sicurezza sul lavoro. Per gli infortuni verificatisi a partire dal 25/07/2000 il dipendente può richiedere al suo datore di lavoro, in presenza di una sua evidente responsabilità o colpa, l’integrazione dell’indennità temporanea nonché del danno patrimoniale.

Definiamo i diversi ambiti di tutela. Parliamo di infortunio sul lavoro quando il lavoratore a causa dell’attività professionale svolta (e per causa violenta) riporta un danno fisico e/o psichico che gli impedisce di continuare a lavorare per un periodo di tempo, più o meno lungo, che deve essere stabilito dal medico con il certificato medico di infortunio sul lavoro. Si parla di infortunio in itinere quando il lavoratore subisce un danno fisico e/o psichico conseguente a infortunio accaduto durante il normale percorso di andata e ritorno dal luogo di abitazione a quello del lavoro. Anche in questo caso è essenziale il certificato medico di infortunioPer malattia professionale, invece, si intende una malattia contratta durante l’attività lavorativa a causa delle condizioni di lavoro e dei fattori di rischio (ad es. sordità da rumori, tumori causati da particolari vernici, coloranti, fibre di amianto etc) purchè riconosciuta da un medico su apposito certificato medico di malattia professionale.

Quando il lavoratore ha diritto di tutela? In caso di infortunio o malattia causata dal lavoro, la tutela del lavoratore è sempre garantita. Quando il lavoratore subisce un infortunio sul lavoro o si ammala a causa del lavoro stesso ha diritto alla tutela dell’INAIL e, secondo il caso, a prestazioni economiche e sanitarie. Le prestazioni spettano anche se il datore di lavoro non ha assicurato il proprio dipendente. 

C.S.M. Srl, fornisce assistenza in caso di controversie nell’ambito di infortuni sul lavoro e delle malattie professionali, in tutte le fasi del procedimento, dall’analisi del caso, alla stesura della perizia medico legale, sino alla fase stragiudiziale e giudiziaria finalizzata al riconoscimento e al risarcimento del danno.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: